Maremontana 2016

Maremontana 2016
In partenza poco dopo il ristoro del 24°km (foto di Walter Nesti)

Quest’anno sto aumentando le distanze e difatti, mentre nell’edizione scorsa ho partecipato al percorso da 23km della Maremontana, nel 2016 ho scelto il 45km. C’era anche il 60km, ma per me sarebbe l’equivalente della morte certa. Meglio di no.

È stata proprio una bella corsa. L’organizzazione si è mostrata all’altezza come sempre: posti medici disseminati sul percorso, sentieri sempre percorribili anche se spesso non ci si sta due affiancati, personale dell’organizzazione disseminato un po’ lungo tutto il percorso, disponibilità di una doccia e di un pasto caldo a fine corsa, controllo del contenuto dello zaino con materiale obbligatorio. E addirittura, qualcuno è partito a controllare il sentiero due ore e mezza prima della partenza, cioè alle 3:30 di notte.

Il mio allenamento non è mai stato sufficiente per correre in maniera competitiva, quindi lo spirito con il quale sono partito è quello del campestre che va a fare una passeggiata, anche se impegnativa. Ovviamente ho fatto i miei controlli medici, ho corso almeno una volta a settimana cercando di coprire distanze lunghe (almeno mezza maratona per ciascuno degli ultimi 4-6 allenamenti), ho fatto un po’ strada di collina e una volta ho corso con la neve inaspettata.

La sera prima della corsa ho cenato abbondantemente (sapete, il menu del ristorante diceva «minimo due porzioni»…) e sono andato a letto puntando la sveglia alle 4:50.

Continua a leggere Maremontana 2016