Una corsa da Re

Domenica scorsa ho corso la 10km che percorre i giardini della reggia di Venaria e il parco della Mandria. Tempo totale effettivo: 50’25” circa.

Corsa a 13°C, partenza alle 10 di mattina, per gran parte sterrato. Si è trattato di un bel percorso,ma c’è stato un intoppo a mio parere piuttosto importante nell’organizzazione: dal punto di arrivo non era affatto facile tornare al parcheggio, quindi molti podisti, semi congelati, hanno avuto parecchie difficoltà a tornare all’auto per potersi coprire con la tuta.

Uno di loro!

L’altro giorno sono stato al bancomat, non uno di quelli affacciati alla strada, ma uno di quelli con una grande stanza e vari sportelli. All’interno vi ho trovato un materasso e altro materiale usato da qualcuno che vi ha dormito. Non c’era però la persona.
Ero con il bimbo di pochi anni, ho ritirato i soldi, e, interrogato, ho spiegato al bimbo cosa fosse tutta quella roba.
Poi è entrato un altro signore per fare un prelievo, ha visto tutto quanto e si è avvicinato allo sportello. Mio figlio ha spiegato al nuovo arrivato: Quello è un giaciglio. L’ha usato uno di noi per dormirci al calduccio.
Il signore ci ha guardato, poi ha guardato il tutto, poi ha nuovamente guardato noi e ha risposto:Uno di noi? Uno di loro!